Nella discussione sull’ultimo Decreto Covid in corso alla Camera, il Governo ha recepito un mio ordine del giorno che invita ad inserire tra le categorie prioritarie da vaccinare, dopo la prima fase che riguarda sanitari e ultraottantenni, le persone disabili gravi non autosufficienti.

La mia richiesta è quella di dare priorità nella vaccinazione anche a persone immunodepresse, affette da malattie rare nonché alle persone che convivono con loro e che svolgono funzioni di assistenza continuativa (caregivers), in particolare nei casi in cui la persona assistita non possa ricevere il vaccino a causa dell’età o della patologia. Una scelta che garantirebbe la tutela delle categorie fragili e maggiormente a rischio che il sistema sanitario ha il dovere di proteggere. 

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone