Per migliaia di giovani specializzandi in medicina oggi è una giornata importante. La sentenza del Consiglio di Stato sgombra definitivamente il campo dalle molte e legittime preoccupazioni di tanti professionisti medici che attendevano con trepidazione questa risposta, che scongiura ogni ipotesi di illegittimità del concorso.

È stato davvero un anno molto complicato per tutti coloro che desideravano specializzare la loro carriere formative di cui il servizio sanitario nazionale ha un estremo bisogno. Ora attendiamo con sollecitudine che si arrivi all’assegnazione delle sedi per garantire così certezza sul futuro formativo e professionale a oltre 14 mila medici. Non bisogna dimenticare infatti che l’incertezza del futuro per alcuni ha voluto dire anche l’interruzione di rapporti di lavoro.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone