Con la norma introdotta dal Governo nel “DL Scuola” si supera finalmente l’impedimento per la copertura finanziaria del servizio scuolabus nei Comuni.

Prima non era possibile che i Comuni contribuissero al pagamento del servizio, considerato infatti “trasporto pubblico” a tutti gli effetti e per questo pagato in gran parte dalle famiglie e non dalle casse comunali. Adesso invece i Comuni possono cofinanziare, o pagare interamente, il servizio di scuolabus.

Un risultato importante per le aree interne e montane del Paese, dopo le sollecitazioni – rimaste inascoltate –  degli scorsi mesi dei sindaci tramite l’UNCEM. Ora finalmente è arrivata la soluzione normativa tanto attesa. Un risultato importante a cui il Partito Democratico ha contribuito con un intervento decisivo.
Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone