Certo che per chi è abituato a fare contrattazione nel privato, il pubblico è un mondo a parte. Prendiamo il rinnovo del contratto nazionale della sanità pubblica: fresco di firma, è già scaduto, perché l’arco temporale coperto è il triennio 2019-2021. Al momento è stata sottoscritta un’ipotesi di accordo, che dovrà passare al vaglio della Ragioneria generale dello Stato e della Corte dei Conti per ottenere il via libera alle coperture economiche (…).

Da “L’Eco di Bergamo”, 17 giugno 2022

Sanità pubblica. Contratto per 7.700_Eco di Bergamo_17 giugno 2022