Questa mattina a Brembate, in provincia di Bergamo, è stato rimosso dai Vigili del Fuoco uno striscione esposto da un privato cittadino dalle finestre della propria abitazione. Lo striscione, che riportava una generica dicitura “Non sei il benvenuto”, è apparso nel giorno in cui è in programma la visita del Segretario Nazionale della Lega Matteo Salvini in paese.

L’episodio di questa mattina è grave e va immediatamente fatta chiarezza!

Non si spiegano le ragioni di questa repressione del dissenso, visto che la nostra Costituzione garantisce la libertà di pensiero ed espressione nel nostro Paese.

Lo striscione, esposto fuori da una casa privata, è stato rimosso dai Vigili del Fuoco benché non fosse offensivo né minaccioso. Chi ha dato incarico ai Vigili del fuoco di effettuare un intervento che nulla a che fare con ragioni di sicurezza o di emergenza e quali sono le ragioni che ne hanno motivato l’intervento è il contenuto dell’interrogazione parlamentare che ho presentato questa mattina. Questo è solo l’ultimo di una serie di casi in cui le forme di protesta pacifiche e democratiche a Salvini vengono impedite. È doveroso che venga fatta chiarezza al più presto su quanto è accaduto.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone