Dopo le rassicurazioni della Lega ad agosto – tramite l’interrogazione dell’on. Ribolla e gli incontri dei parlamentari leghisti che garantivano a fine anno l’arrivo di rinforzi per il personale -, oggi in commissione Trasporti alla Camera è arrivata una vera e propria doccia fredda.

La risposta – per bocca del sottosegretario del ministero dei Trasporti Michele Dell’Orco – alle due interrogazioni da me presentate a giugno e luglio per risolvere la questione degli organici della Motorizzazione Civile di Bergamo fornisce un quadro sconfortante: dobbiamo attendere fine mese per conoscere quando verranno indette le preselezioni. Poi dovremo attendere di nuovo per sapere il giorno delle successive due prove scritte e del colloquio orale dei selezionati. Insomma a quasi un anno di distanza dalla legge di bilancio, nella quale grazie al mio emendamento abbiamo messo le risorse che hanno portato all’apertura del bando di concorso a luglio per 148 ingegneri, di cui 6 assegnati a Bergamo e alle sezioni di Lecco, Como e Sondrio, ci troviamo ancora di fronte ad un nulla di fatto.

Rimane l’amarezza e la distanza tra la propaganda e la realtà da parte di un governo del cambiamento che non ha cambiato nulla, lasciando sulle spalle di 22 persone abilitate per mansioni operative alla Motorizzazione di Bergamo – su 37 unità attualmente in servizio -, l’onere di rispondere alle attese infinite per la revisione dei veicoli, l’installazione di impianti Gpl/Metano o gli esami di guida, una situazione che mette in seria difficoltà automobilisti, lavoratori, aziende e autoscuole mantenendo alti i disagi.