Fontana porti rispetto a tutte le persone che domenica hanno votato in Emilia-Romagna. Anzi, ne porti ancora di più per quanti, anche con difficoltà motorie come tante persone con disabilità e anziani, hanno deciso di non restare a casa ma sono usciti per esercitare il loro diritto di voto e per decidere il futuro della loro regione.
Se poi, come dice, hanno davvero contribuito alla vittoria di Bonaccini, non bisogna stupirsi: in Emilia-Romagna non sono state previste riduzioni alle loro tutele. A differenza della Lega in Lombardia.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone