Un atto concreto e decisivo. È stata accolta dal Governo nel decreto approvato oggi la proposta che dai primi di aprile abbiamo avanzato insieme ai deputati PD delle cinque provincie più colpite dall’epidemia di Covid-19 (Bergamo, Brescia, Cremona, Lodi, Piacenza) per un contributo straordinario dello Stato a tutti i 667 comuni delle terre interessate.

Ai comuni della nostra provincia andranno 68.445.000 euro (a titolo di esempi alla città di Bergamo circa 7 milioni e 400mila euro, a Treviglio 1 milione e 850mila euro, a Seriate 1 milione e 550mila euro, ad Albino 1 milione di euro, ad Alzano 830mila euro, a Nembro 700mila euro, ai comuni della Valle Brembana circa 4 milioni di euro, ai comuni della Valle Seriana nel complesso circa 9milioni di euro).
Si tratta di un intervento energico e di risorse molto importanti che potranno essere spese liberamente dai comuni per rafforzare i servizi locali alle persone, alle famiglie e alle imprese.

Ringraziamo il Premier Conte, il ministro Gualtieri e in particolare il viceministro Antonio Misiani, nostro conterraneo, per avere seguito da subito con noi questa proposta nel provvedimento, fondamentale per la ripartenza del Paese. Lasciamo ad altre forze politiche la polemica inutile e sterile, smentita dai fatti.

Per noi si tratta di un passo concreto che si aggiunge agli altri interventi decisivi per sostenere le persone, le famiglie, le imprese e i territori. Siamo convinti che anche con queste risorse aggiuntive il nostro territorio possa fare fronte, unito, alla nuova fase che si è aperta e che deve tutti vederci impegnati a ricostruire fiducia e coesione nelle comunità e sostenere il rilancio della bergamasca

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone