Da tanti anni ad ogni inaugurazione della Fiera dei Librai in città abbiamo sentito l’appello accorato del Sindacato Italiano Librai e Cartolibrai e di Confesercenti affinché si arrivasse all’approvazione del DDL Lettura. Adesso è diventata ufficialmente Legge, grazie al voto unanime del Senato al testo trasmesso dalla Camera.

Dai piccoli editori alle librerie indipendenti, la legge è un tassello importante per tutelare il diritto alla lettura e sostenere la filiera del libro. Contiene infatti diverse misure a sostegno di un settore fondamentale per la nostra identità sociale, per la diffusione della cultura e per migliorare gli indici di lettura del nostro Paese, fermi a 17 anni fa. 

Ideata dal Partito Democratico in sinergia con le associazioni dei librai indipendenti, la Legge di cui sono firmataria da un lato ambisce a sostenere chi non può permettersi di acquistare libri, a supportare i sistemi bibliotecari e ad incentivare la lettura anche tra le persone con disabilità o disturbi del linguaggio. Dall’altro lato mira a riconoscere un ruolo culturale, oltre che economico, alle librerie indipendenti, che sono un presidio insostituibile sul territorio. Un supporto che si traduce in azioni concrete, come il tetto alla scontistica e l’introduzione del certificato di “libreria di qualità”, in favore dei negozi di medio piccole dimensioni che negli ultimi anni hanno sofferto la difficile concorrenza con i grandi distributori. Una sfida che i librai delle piccole librerie indipendenti devono affrontare quotidianamente per portare avanti la loro attività, sorretti da una forte passione per i libri e dalla consapevolezza di doversi costruire da soli un nome, una clientela. Non c’è nessuna volontà di penalizzare la grande distribuzione, ma altresì c’è l’impegno a salvaguardare e a valorizzare il lavoro di tanti pionieri che garantiscono vitalità, umana e culturale, ai paesi del territorio e ai quartieri delle nostre città.

Promuovere la lettura per i cittadini significa contrastare la povertà educativa e le disuguaglianze, per i lavoratori del settore invece significa difendere posti di lavoro e il loro futuro. Siamo soddisfatti perché questa legge è un passo avanti su entrambi i fronti.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone