Caro Paolo, tanto ti abbiamo voluto bene.
Una vita di amicizia, di strada fatta insieme compresa quella amministrativa e politica di irriducibile riformista, di cene domenicali tra noi amici e di vacanze.
Così insieme nei giorni scorsi, così il mio ultimo compleanno mentre sorridevi, e che speravamo intimamente non fosse l’ultimo.
Come nel tuo stile hai tolto il “disturbo”, senza lasciarci tempo. E’ sempre difficile per me affrontare la morte. Non ho un buon rapporto con questa componente della vita, perché per quanto naturale sia, egoisticamente non vorrei mai privarmi di coloro che ho tanto amato e tanto ci hanno dato.

Ecco alcuni articoli che tracciano un ritratto di Paolo Crivelli

da L’Eco di Bergamo, 30 ottobre 2018, pag 30

da L’Eco di Bergamo, 30 ottobre 2018, pag 30

da Corriere della Sera, ed. Bergamo, 30 ottobre 2018, pag 9

da Bergamonews, 29 ottobre 2018, link qui

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone