Bene la scelta del Governo di integrare con altri 40 milioni il fondo per le scuole primarie e secondarie paritarie: si raggiungerà così la cifra di 120 milioni di euro contenuti nel DL Rilancio. Parte di queste risorse, 65 milioni, saranno destinate per il sistema scolastico dei bambini da 0 a 6 anni.

È una notizia positiva. In molte realtà del territorio, come anche nella bergamasca, gli istituti paritari rappresentano una parte importante dell’offerta formativa e di servizio alle famiglie. L’impegno del Governo nel sostenerle riconosce la loro importanza e la loro funzione nel sistema educativo dello Stato.

Non dimentichiamo tra l’altro che 15 milioni saranno destinati con il riparto dei fondi regionali. Inoltre, per far fronte alle esigenze di salute pubblica, già nel DL Cura Italia è stata autorizzata la spesa di 43,5 milioni di euro nel 2020 per consentire a tutte le istituzioni scolastiche, incluse le paritarie, di dotarsi di materiali per la pulizia straordinaria dei locali nonché di dispositivi di protezione e igiene personali.

Il passaggio di riconversione in Parlamento del DL Rilancio sarà anche utile per porre attenzione alla garanzia di continuità della cassa integrazione per il personale dei territori che prima di altri – come la Lombardia – hanno sospeso  l’attività didattica e sostenere la continuità educativa delle scuole paritarie, molte delle quali hanno manifestato il rischio di chiusura.
Per il PD il sostegno alle scuole paritarie non è mai stato secondario, ne riconosciamo il valore e l’importanza, dimostrandolo con un sostegno concreto.

Condividi...
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone