Emendamenti alla Legge di bilancio 2018

Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020, ddl 4768

Proposta di modifica n. 52.10  in riferimento all’articolo 52.

presentato il 19/12/2017 in V Bilancio e Tesoro della Camera e APPROVATO

Dopo il comma 455, inserire i seguenti:

455-bis. Al fine di sostenere le funzioni relative all’assistenza per l’autonomia e la comunicazione personale degli alunni con disabilità fisiche o sensoriali di cui all’articolo 13, comma 3, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, è autorizzata la spesa di 75 milioni di euro per l’anno 2018. Con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro delegato per gli affari regionali e le autonomie locali, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze e con il Ministro dell’interno, previa intesa in sede di Conferenza unificata di cui all’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281, da emanare entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, si provvede al riparto del contributo di cui al periodo precedente tra gli enti territoriali interessati, anche frazionandolo, per l’anno 2018, sulla, base dell’anno scolastico di riferimento, in due erogazioni, tenendo conto dell’effettivo esercizio delle funzioni di cui al primo periodo

455-ter. Agli oneri di cui al comma 113-bis, pari a 75 milioni per l’anno 2018, si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per interventi strutturali di politica economica, di cui all’articolo 10, comma 5, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 282, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 dicembre 2004, n. 307.

—————————————————————————————————————————————–

Proposta di modifica n. 1.8 al ddl C.4768 in riferimento all’articolo 1
presentato il 06/12/2017 in XII Affari sociali della Camera e APPROVATO

Dopo il comma 261, aggiungere i seguenti:
261-bis. Al fine di garantire e promuovere la continuità, l’efficienza e l’efficacia delle attività nel campo della prevenzione connesse ai bisogni di salute, le variazioni delle componenti e delle misure di cui all’articolo 1, comma 2, lettera a), del decreto legislativo 15 dicembre 2014, n. 188, sono stabilite in misura tale da assicurare un gettito su base annua non inferiore a 604 milioni di euro a decorrere dall’anno 2018.
261-ter. Il decreto di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 15 dicembre 2014, n. 188, finalizzato a stabilire le variazioni di cui al comma 261-bis, è adottato entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge.
261-quater. Il maggior gettito di cui al comma 261-bis confluisce nella quota di finanziamento del fabbisogno sanitario nazionale standard cui concorre lo Stato.

—————————————————————————————————————————————–

Proposta di modifica n. 1.6 al ddl C.4768 in riferimento all’articolo 1
presentato il 06/12/2017 in XII Affari sociali della Camera e APPROVATO

Dopo il comma 261, aggiungere il seguente:
261-bis. Le risorse della retribuzione individuale di anzianità del personale del Servizio sanitario nazionale cessate dal servizio, con decorrenza dal 1o gennaio 2018, incrementano i corrispettivi fondi individuati nelle aree contrattuali per la contrattazione decentrata integrativa e non rilevano ai fini dell’applicazione del comma 2 dell’articolo 23 del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 75. I contratti collettivi nazionali disciplinano le modalità di attribuzione agli specifici fondi contrattuali favorendo la tendenziale perequazione tra gli enti del Servizio sanitario nazionale della stessa regione o provincia autonoma.

Conseguentemente, alla Tabella A, voce Ministero dell’economia e delle finanze, apportare le seguenti variazioni:
2018: -45.000.000;
2019: -45.000.000;
2020: -45.000.000.


Proposta di modifica n. Tab.2.1
presentato il 06/12/2017 in XII Affari sociali della Camera e APPROVATO

Alla Tabella 2, stato di previsione del Ministero dell’economia e delle finanze, Missione 23 Fondi da ripartire (33), Programma 23.1 Fondi da assegnare: (33.1), apportare le seguenti variazioni:
2018:
CP: –5.000.000;
CS: –5.000.000;
2019:
CP: –5.000.000;
CS: –5.000.000;
2020:
CP: –
CS: –

Conseguentemente, alla Tabella 4, stato di previsione del Ministero del lavoro delle politiche sociali, Missione 3 Diritti sociali, politiche sociali e famiglia (24), Programma 3.2 Trasferimenti assistenziali a enti previdenziali, finanziamento nazionale spesa sociale, programmazione, monitoraggio e valutazione politiche sociali e di inclusione attiva (24.12), apportare le seguenti variazioni:
2018:
CP: + 5.000.000;
CS: + 5.000.000.
2019:
CP: + 5.000.000;
CS: + 5.000.000;
2020:
CP: –
CS: –