Librerie, un aiuto concreto con agevolazioni fiscali

La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento del Pd che prevede per la vendita di libri al dettaglio un credito di imposta su Imu, Tasi, Tari e sull’eventuale affitto. Per le librerie piccole e definite indipendenti lo sconto arriva fino a 20 mila euro.

Davanti alla forza delle grandi concentrazioni, un simile provvedimento agisce per tutelare le librerie di piccole dimensioni e quelle indipendenti che nella nostra provincia soprattutto, sono luoghi di proposta culturale di alta qualità ma spesso a rischio chiusura, sia nelle città che nei centri piu’ piccoli.

Il credito d’imposta su Imu, Tasi, Tari ed affitto è un aiuto concreto per queste realtà che, laddove devono sostenere anche costi di affitto e gestione del personale, sono in serie difficoltà. L’utilizzo in compensazione del credito di imposta sarà una boccata d’ossigeno  per un settore che sta lottando con forza e determinazione per sopravvivere a certe logiche di mercato e che le istituzioni hanno il compito di sostenere con misure ad hoc, a salvaguardia della loro importante funzione culturale sul territorio.