Dopo di noi e amministrazione di sostegno, firmato un protocollo di intesa. La collaborazione tra pubblico, associazioni e professionisti rende la legge finalmente applicabile

Promuovere e diffondere la legge sul “Dopo di noi” e sull’amministrazione di sostegno: è questo l’obiettivo del protocollo di intesa tra il Consiglio Notarile di Bergamo, Anffas Onlus – Bergamo e il Coordinamento Bergamasco per l’integrazione sottoscritto oggi.

“Il protocollo di oggi è il punto di arrivo di un percorso – commenta l’onorevole Elena Carnevali, che della legge sul “Dopo di noi” è stata relatrice – partito con l’open day per le fragilità sociali che si è svolto a Bergamo lo scorso maggio. E’ un accordo particolarmente importante, perché serve, con l’aiuto di professionisti, ad affiancare le famiglie e a far conoscere le opportunità della legge, non sempre note e facili da comprendere per i non addetti ai lavori. Fondi fiduciari, trust, amministratore di sostegno: tutti strumenti che puntano a garantire alla persona disabile una vita più autonoma e indipendente. Andiamo verso la costruzione di un sistema dove il pubblico, le associazioni e i professionisti collaborano insieme per fornire validi aiuti in questo senso. E’ in questo modo che il “Dopo di noi”, che in Lombardia prevede un finanziamento di 30 milioni di euro in 3 anni, diventa pienamente applicabile”

“L’accordo – spiega il comunicato del Consiglio notarile – è volto a sviluppare una collaborazione che divenga strumento di crescita comune e porti a considerare, da un lato, il Notariato come partner tecnico capace di offrire risposte adeguate alle nuove esigenze della società, facendosene interprete ed in particolare, nei confronti delle persone con disabilità intellettiva e relazionale e delle loro famiglie, sia capace di proporre gli strumenti giuridici più idonei per soddisfare l’esigenza di tutela dei loro diritti; e, dall’altro, Anffas Onlus e il Coordinamento Bergamasco per l’Integrazione – esso stesso e le singole associazioni che vi fanno parte – come soggetti promotori e proattivi nella diffusione delle opportunità previste dalle recenti normative.”.