“Dopo di noi”, 30,8 milioni per il sostegno ai disabili

(DA L’ECO DI BERGAMO) «Dopo di noi», 30,8 milioni per il sostegno ai disabiliDopo l’Emilia Romagna, anche la Lombardia ha approvato la delibera per il finanziamento dei progetti e le relative risorse assegnate dall’allora Governo Renzi , in virtù della legge «Dopo di noi». Un cambiamento di vita per le persone con disabilità e le famiglie, oltre che di organizzazione e modelli dei servizi. La delibera regionale individua la priorità di intervento per 3.597 persone nei prossimi anni. «Con questa legge – afferma il deputato Elena Carnevali (Pd), relatrice del provvedimento – vogliamo offrire un’opportunità aggiuntiva alle Residenze sanitarie per disabili o alle altre offerte di servizi sociosanitari, favorendo progetti di accompagnamento all’autonomia, piccole unità abitative di tipo familiare per piccoli gruppi in convivenza supportati da figure educative. Una residenzialità – anche in co-housing – diffusa nei luoghi in cui le persone vivono e hanno relazioni evitando l’istituzionalizzazione». Le risorse – dichiara Carnevali – 30,8 milioni in tre anni, di cui 15 milioni per il 2017, sono tutte finanziamenti dello Stato, che si integrano alle misure per il sostegno alla disabilità tramite il Fondo nazionale della non autosufficienza e risorse dai fondi europei. La Regione stima di poter effettuare 125 interventi di ristrutturazione, contributo a spese di locazione o condominiali per 765 unità abitative, 485 progetti di accompagnamento e autonomia, interventi di sostegno alla residenzialità per 643 persone e interventi di emergenza per 86 persone.