I lavori della Camera in diretta

CDM approva decreto sul reddito di inclusione, operativa la prima misura nazionale di contrasto alla povertà

“L’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri del decreto attuativo della legge delega sul contrasto alla povertà introduce finalmente nel nostro Paese il Reddito d’inclusione, la prima misura nazionale di contrasto alla povertà e all’esclusione sociale.” Lo dichiara la Deputata del Partito Democratico Elena Carnevali. “Il decreto rende operativi i 2 miliardi di euro già stanziati dalla legge di bilancio, per un sostegno economico indirizzato a nuclei familiari con minori, con persone con disabilità, con donne in stato di gravidanza e disoccupati ultra 55enni, per un importo massimo di 485 euro al mese. Un sostegno accompagnato dalla presa in carico delle persone in condizioni di difficoltà, per la realizzazione di percorsi di attivazione socio lavorativa e di inclusione. Il decreto – spiega la Deputata – prevede a riguardo il potenziamento, attraverso risorse certe, della rete dei servizi territoriali che si occuperanno della presa in carico e dei percorsi di attivazione. Positiva inoltre la prevista assunzione di 600 persone per rafforzare i servizi per l’impiego con il compito di accompagnare le persone che avranno diritto al reddito d’inclusione nella ricerca di un’occupazione e quindi verso l’autonomia. L’iter di approvazione del decreto vedrà adesso il recepimento dei pareri della Conferenza Unificata e delle Commissioni parlamentari competenti. Un passaggio che contribuirà a rafforzare l’efficacia della misura – conclude Carnevali – ma già oggi possiamo dire di aver compiuto un atto decisivo sul terreno della lotta alla povertà e all’esclusione sociale”. Il reddito di inclusione sociale andrà ad allargare la platea di utenti che già oggi, attraverso i Comuni, godono del Sostegno di inclusione attiva.

Argomenti: