Dopo di noi, parere favorevole della Commissione cultura

La Commissione cultura della Camera ha esaminato ieri il testo del disegno di legge che contiene “Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone affette da disabilità grave prive del sostegno familiare” soffermandosi in particolare sull’articolo 7, che prevede campagne informative sul “dopo di noi”.

La relatrice Laura Coccia (Pd) ha ricordato che “le misure a sostegno delle persone disabili prive del sostegno familiare, disposte dal provvedimento, possono influire positivamente nello sviluppo di una cultura di promozione dell’assistenza e dell’integrazione sociale delle persone che presentano particolari problematiche” e ha spiegato che nell’articolo 7 si prevede che la Presidenza del Consiglio dei ministri avvii, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, campagne informative per diffondere la conoscenza delle disposizioni della nuova legge, in modo da consentire un più diretto ricorso agli strumenti di tutela previsti per l’assistenza delle persone con disabilità prive del sostegno familiare e per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla finalità di favorire l’inclusione sociale delle persone con disabilità. Ha anche aggiunto che esistono nel nostro ordinamento anche altre analoghe forme di sostegno pubblico, a favore delle persone con disabilità grave, che dovrebbero essere oggetto di campagne informative e per questo ha proposto di aggiungere una condizione al parere da approvare.

Questo è il testo che è stato votato:

La Commissione VII (Cultura, scienza e istruzione),
esaminato, per le parti di competenza, il testo unificato della proposta di legge C. 698 Grassi e abbinate,

esprime

PARERE FAVOREVOLE

con la seguente condizione:

all’articolo 7, dopo le parole «della presente legge» siano aggiunte le seguenti: «e delle altre forme di sostegno pubblico previste per le persone con disabilità grave».

Argomenti: