I lavori della Camera in diretta

Migranti, controlli più severi su Giarre e Crotone

L’intervento di Elena Carnevali durante l’audizione del prefetto Mario Morcone, capo del Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del ministero dell’Interno, che la Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza e di identificazione, sulle condizioni di trattenimento dei migranti nei centri di accoglienza, nei centri di accoglienza per richiedenti asilo e nei centri di identificazione ed espulsione ha svolto stamattina a Palazzo San Macuto.

Uno dei meriti dell’attuale governo è quello di avere sollecitato e ottenuto l’interessamento dell’Unione europea alla questione dei migranti. È utile capire l’ammontare degli oneri per l’accoglienza dei migranti arrivati da poco e che continueranno ad arrivare al momento dell’assestamento di bilancio e, soprattutto, va chiarito il rapporto tra flussi (che si assesteranno su 170-200 mila alla fine dell’anno) e disponibilità alloggiativa, perché fino a quando il 10% degli arrivi sarà assorbito con lo Sprar e il resto affidato all’accoglienza straordinaria, ci saranno comunque difficoltà. Queste crescono per gli enti locali, poi, se manca il coordinamento della Regione.

È essenziale l’intervento di controllo – preventivo o successivo – del Ministero su strutture di accoglienza come quelle di Giarre e di Crotone che pongono problemi in termini di rispetto della dignità umana, così come bisogna capire che tipo di modello si sta affermando nelle singole regioni nella dislocazione degli hub: uno solo regionale o un numero superiore e diffusi sul territorio? Resta, infine, la necessità di una effettiva accelerazione del lavoro delle commissioni prefettizie che esaminano le richieste di asilo.

(fonte: web tv della Camera dei deputati)

Argomenti:
Persone: