I lavori della Camera in diretta

I palazzi Inps, l’asta e gli affitti bassi, interrogazione di Misiani e Carnevali

Un’interrogazione al ministro del lavoro e delle politiche sociali. È l’iniziativa dei deputati bergamaschi Elena Carnevali e Antonio Misiani per fare luce sulla gestione degli immobili di proprietà dell’Inps sul territorio bergamasco, in particolare quelli in pieno centro città, tra via Borfuro e via Sant’Orsola.
«Secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa — scrivono Misiani e Carnevali in un comunicato che annuncia l’interrogazione parlamentare — la gestione delle proprietà immobiliari dell’Inps a Bergamo – appartamenti, box, uffici, negozi – presenterebbe diversi profili di criticità sia sotto il profilo delle procedure adottate per la gestione o l’assegnazione, sia sotto quello della redditività delle proprietà stesse, in quanto i canoni d’affitto per le locazioni e i valori per la dismissione risultano al di sotto dei valori di mercato».

corriere-bergamo-affitti-inps«Sono in essere diverse cause in sede civile — ricordano i due deputati — intentate a vario titolo dai condomini nei confronti dell’Inps. Le organizzazioni sindacali hanno denunciato una gestione contabile approssimativa e poco trasparente del patrimonio immobiliare, definendo non congrui i criteri adottati dall’Inps rispetto alle finalità dell’ente e della stessa normativa vigente, sia per l’assegnazione in locazione sia per le vendite del patrimonio immobiliare. Chiediamo al ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, quali iniziative il Governo intenda mettere in atto al fine di evitare le criticità emerse a più riprese nella gestione del patrimonio immobiliare Inps».

Continua a leggere qui.

bergamo.corriere.it, 30 giugno 2015

Argomenti:
Persone: