Crisi Mazzucchelli, ridurre i tempi tecnici per la cassa integrazione

Crisi Mazzucchelli, ridurre i tempi tecnici per la cassa integrazione

Sabato 27 giugno presso la sede del Partito Democratico di Seriate si sono incontrati i lavoratori de lla Mazzucchelli con i sindacalisti di Cgil e Cisl e i rappresentanti politici nazionali e regionali del Pd. L’incontro, molto partecipato, ha messo in chiara luce l’anomalia della situazione dell’azienda, che fino a poche settimane fa lavorava sette giorni su sette alimentando indotto e terzisti. Si tratta chiaramente di un caso di gestione discutibile, così come è per altre aziende dello stesso grupp0. Con molto pragmatismo. i partecipanti hanno cercato di individuare le possibili vie d’uscita, sia per un eventuale rilancio della società affidata ad altra proprietà, ma sopratutto per far fronte alla drammatica situazione dei dipendenti, che sono senza stipendio già da due mesi.

Legramanti della Cisl e Turani per la Cgil hanno ben illustrato i termini della vicenda e hanno evidenziato le responsabilità del Gruppo Guido Veneziani che nonostante le capacità produttive e le professionalità del personale ha depauperato l’azienda fino al collasso. La gravità della situazione potrebbe inoltre incidere sul funzionamento del parco macchine che non deve subire arresti di produzione prolungati.

I parlamentari Carnevali, Misiani e Sanga e il consigliere regionale Barboni banno garantito che seguiranno la vicenda da vicino a tutti i livelli istituzionali, prevedendo intanto di presentare una interrogazione parlamentare sul caso specifico e ponendosi l’obiettivo di accorciare i tempi tecnici della cassa integrazione. Inoltre monitoreranno le possibili prospettive di subentro affinché un’eventuale nuova proprietà dimostri competenze e credibilità e dimostri responsabilità sociale nei confronti del territorio.

Stefania Pellicano, capogruppo consiliare Pd di Seriate, ha sottolineato il senso dell’incontro, volto ad accorciare le distanze tra i lavoratori e i parlamentari, e ha informato che la questione sarà al’ordine del giorno in consiglio comunale lunedì sera 29 giugno. Il gruppo consiliare Pd ha presentato due emendamenti agli ordini del giorno affinché si giunga alla convocazione di un consiglio comunale aperto a tutte le parti, si ponga la questione a livelli sovracomunali e si agisca per tutelare in tempi brevi i dipendenti.

Argomenti:
Persone: