L’Accademia della finanza ai Riuniti, parte l’iter

L’Accademia della finanza ai Riuniti, parte l’iter

È la firma che mancava. Oggi 10 giugno dall’Agenzia del Demanio è arrivato il nulla osta al progetto di riqualificazione dell’area degli ex Riuniti di Bergamo, in largo Barozzi, per la futura Accademia della Guardia di finanza. La Commissione per la valutazione tecnico-economica ha dato parere positivo sulla congruità economica complessiva dell’operazione.

Il documento trasmesso oggi sancisce il valore dell’intervento di riqualificazione, al fine di renderlo idoneo alle esigenze della futura Accademia della Guardia di finanza; ne stabilisce il canone di locazione, un affitto di 720mila euro all’anno per i primi due anni (ma solo per il primo lotto di lavori) e la conseguente sottoscrizione di un contratto di locazione di 12 anni a 12 milioni di euro l’anno, con ulteriore possibilità di rinnovo per altri 12 anni; infine viene stabilita l’opzione di riscatto del bene per la Guardia di finanza al termine dei primi 12 anni di locazione. […]

«Il nulla osta trasmesso oggi al Comune di Bergamo – spiega l’onorevole del Pd Elena Carnevali – conferma l’impegno concreto dello Stato di voler garantire a Bergamo il trasferimento del quinquennio dell’Accademia della Guardia di finanza nazionale, portando nella nostra città un polo di alta formazione, un risultato che va ben oltre la sola riqualificazione dell’area degli ex Ospedali Riuniti».

Continua a leggere qui.

bergamo.corriere.it, 10 giugno 2015

* * *

bergamonews-10-giugno-2015[…] La Commissione per la valutazione tecnico-economica del Demanio ha dato infatti parere positivo circa la congruità economica complessiva dell’operazione. Il documento trasmesso oggi sancisce il valore dell’intervento di riqualificazione, al fine di renderlo idoneo alle esigenze della futura Accademia della Guardia di Finanza; ne stabilisce il canone di locazione, un affitto di 720mila euro all’anno per i primi due anni (ma solo per il primo lotto di lavori) e la conseguente sottoscrizione di un contratto di locazione di 12 anni a 12 milioni di euro l’anno, con ulteriore possibilità di rinnovo per altri 12 anni; infine viene stabilita l’opzione di riscatto del bene per la Guardia di Finanza al termine dei primi 12 anni di locazione.

“L’agenzia del demanio – spiega l’Assessore alla riqualificazione urbana Francesco Valesini – ha oggi condiviso le valutazioni economiche di Cassa Depositi e Prestiti sulla riqualificazione dell’intero compendio: è stato fatto un altro passo avanti significativo verso l’intervento di riqualificazione, un passo di natura tecnica, ma determinante in vista degli sviluppi futuri. Il prossimo step riguarderà ora gli aspetti più propriamente urbanistici circa l’intervento di ristrutturazione e d’adeguamento degli ex Ospedali Riuniti, con la sottoscrizione dell’atto integrativo e la definizione della variante urbanistica.”

“Il Nulla Osta trasmesso oggi al Comune di Bergamo – spiega l’on. Elena Carnevali – sottolinea l’apprezzamento e la condivisione sul lavoro svolto finora da parte dell’Agenzia del Demanio e del suo direttore Roberto Reggi. Si conferma in questo modo l’impegno concreto dello Stato di voler garantire a Bergamo il trasferimento del quinquennio dell’Accademia della Guardia di Finanza nazionale, portando nella nostra città un polo di alta formazione, un risultato che va ben oltre la sola riqualificazione dell’area degli ex Ospedali Riuniti.”

Continua a leggere qui.

Bergamonews, 10 giugno 2015

Argomenti: