I lavori della Camera in diretta

Aeroporto e treno, il 25 l’incontro col ministro Delrio

Aeroporto e treno, il 25 l’incontro col ministro Delrio

Bergamo aspetta un ospite importante, il Ministro delle Infrastruttu­re e dei Trasporti Graziano Delrio. Sarà in città il 25 maggio alle 11,30 in concomitanza dell’inaugura­zione dei lavori allo scalo di Orio al Serio, intrapresi dalla Sacbo per l’ampliamento dell’hub orobico. A confermare l’arrivo del ministro è l’onorevole Elena Carnevali, de­putata bergamasca del Pd, che da tempo intesse rapporti con il mi­nistero ed il caposegreteria Mau­rizio Battini per organizzare l’ap­prodo del ministro in terra berga­masca. «È un’occasione impor­tante di relazione con i rappresen­tanti istituzionali del territorio­ – afferma Carnevali -, anche in vista degli incontri che il ministro sta intraprendendo con i presidenti di Regione sul grande tema delle infrastrutture e del futuro Ddp (documento pluriennale di piani­ficazione, ndr) fondamentale per la programmazione delle opere pubbliche».

eco-bg-10-maggio-2015-pagina Saluta positivamente la visita del ministro il sindaco di Berga­mo: «È un lungo percorso di am­modernamento ed ampliamento – afferma Giorgio Gori,riferendo­si all’intervento all’aeroporto -. Si tratta di oltre centomilioni di euro di opere esclusivamente realizza­te con risorse proprie senza nes­sun contributo statale, segno di un grande dinamismo in un periodo di crisi che desideriamo far cono­scere al ministro».

È un’occasione impor­tante di relazione con i rappresen­tanti istituzionali del territorio

La visita di Delrio sarà occasio­ne per discutere del collegamento ferroviario con il nuovo ospedale Papa Giovanni XXIII, tema solle­vato nei giorni scorsi dal presidente della Provincia Matteo Rossi, che ha già trovato un interlocutore nell’assessore regionale ai Tra­sporti Alessandro Sorte. L’endor­sement sulla proposta arriva an­che dall’onorevole Carnevali: «Il ministro Delrio ha ricordato come sia importante tenere insieme sia le opere strategiche della legge ob­biettivo che i piani ordinari, quelli cioè dell’Anas e delle ferrovie – conclude -. La possibilità di un uso metropolitano della linea ferro­viaria Carnate avanzata da Matteo Rossi e la proposta dell’assessore regionale Sorte di una soluzione “light” per realizzare la fermata, risponde alle esigenze dei cittadi­ni, in attesa di risorse disponibili per attestarci ai livelli europei. Quindi è molto positiva la soluzio­ne avanzata da Rfi e da Trenord, da cogliere visto l’interessamento anche di Regione Lombardia».

«L’Eco di Bergamo», 10 maggio 2015

Argomenti:
Persone: