I lavori della Camera in diretta

Ilva, coinvolgere il Ministero della salute

Ilva, coinvolgere il Ministero della salute

La Camera,

premesso che:

– il decreto-legge in esame recante «Disposizioni urgenti per l’esercizio di imprese di interesse strategico nazionale in crisi e per lo sviluppo della città e dell’area di Taranto» e prevede una serie di interventi volti alla riqualificazione e al rilancio socio-economico dell’area di Taranto, e misure specifiche di carattere economico e di natura semplificatoria riferite alla gestione della società ILVA SpA, con l’obiettivo di garantire la continuità produttiva dello stabilimento di Taranto, che versa in una grave e prolungata situazione di crisi ambientale e industriale, salvaguardando altresì i livelli occupazionali e la continuità produttiva e tenendo conto delle misure di protezione dell’ambiente e della salute;

– in particolare, il disposto dell’articolo 2, commi 6-bis e 6-ter e più in generale tutte le norme volte a far fronte all’emergenza sanitaria e ambientale determinatasi a Taranto e nella più vasta area jonico-salentina e considerato che sotto il profilo della tutela e della salvaguardia della salute il presente decreto si aggiunge ad altri provvedimenti del Governo già adottati che, contemplando esplicite indicazioni finalizzate ad azioni mirate alla tutela e alla protezione della salute,

impegna il Governo

in fase attuativa del decreto ad assicurare il pieno e diretto coinvolgimento del Ministero della salute, in particolare per quanto riguarda la presenza e la partecipazione al Tavolo istituzionale permanente per l’area di Taranto.

Capone (primo firmatario), Lenzi, Piazzoni, Patriarca, Carnevali, Fossati, Grassi, Casati, Mariano, Piccione, Burtone, Sbrollini, Miotto

Ordine del giorno presentato in Aula e accolto dal governo nella seduta del 26 febbraio 2015

Argomenti: