I lavori della Camera in diretta

Delega fiscale, a che punto siamo?

Delega fiscale, a che punto siamo?

L’intergruppo parlamentare sui temi del gioco d’azzardo ha scritto una lettera al sottosegretario all’economia Pier Paolo Baretta per chiedergli un incontro sullo stato di attuazione dell’articolo 14 della delega fiscale (la legge 11 marzo 2014, n. 23) che dovrebbe disciplinare in modo sistematico in un solo codice la materia dei giochi pubblici e che dovrebbe riordinare il prelievo erariale sul settore.

Questo è il testo della lettera:

On. Sottosegretario,

Le scriviamo, in quanto appartenenti all’Intergruppo parlamentare sui temi del gioco d’azzardo , per richiederLe un incontro in merito allo stato di attuazione dell’articolo 14 della legge 11 marzo 2014, n. 23 (cosiddetta “delega fiscale” ) che conferisce delega al Governo per una raccolta sistematica della disciplina dei giochi pubblici in un solo codice delle disposizioni in materia e per un riordino del prelievo erariale sui singoli giochi, inserendo specifici interventi volti, tra l’altro, a: tutelare i minori dalla pubblicità dei giochi e a recuperare i fenomeni di gioco d’azzardo patologico; vietare la pubblicità nelle trasmissioni radiofoniche e televisive; definire le fonti di regolazione dei diversi aspetti legati all’imposizione, nonché alla disciplina dei singoli giochi; armonizzare aggi e compensi spettanti ai concessionari; riordinare la disciplina dei controlli e dell’accertamento dei tributi gravanti sui giochi, nonché il sistema sanzionatorio e altro ancora.

Tale delega, insieme alle altre previste dalla l. 23/2014 deve essere esercitata entro il 26 marzo 2015.

Sappiamo che il Governo, in attuazione di quanto previsto da altri articoli della l. 23/2014, ha già varato il Decreto Legislativo n. 175 del 2014, relativo alle semplificazioni fiscali e alla dichiarazione dei redditi precompilata e che la Commissione Finanze ha espresso il parere definitivo sullo schema di decreto legislativo riguardante la revisione delle Commissioni censuarie e sullo schema concernente la riforma della tassazione dei tabacchi lavorati, dei loro succedanei e dei fiammiferi.

Desideriamo pertanto sollecitare un incontro relativo allo stato di avanzamento della delega in materia di giochi per conoscere con quali tempi e modalità si intende strutturare il percorso verso l’approvazione dello schema di decreto legislativo, l’espressione del parere parlamentare sullo stesso e quindi la definitiva emanazione, in modo che sia rispettato il termine del 26 marzo.

L’Intergruppo parlamentare sul gioco d’azzardo – composto di parlamentari di tutti gli schieramenti – è stato parte attiva del processo di miglioramento del testo della delega fiscale, inserendovi alcuni elementi di più forte contrasto alla sua diffusione e di rafforzamento degli strumenti di prevenzione ed è, naturalmente, particolarmente vigile e interessato ad un rapido ed efficace esercizio della delega fiscale in materia di giochi pubblici.

Confidando in un Suo cortese riscontro, Le porgiamo i nostri più cordiali saluti,

On. Lorenzo Basso, On. Mario Sberna, On. Stefano Quaranta, On. Marco Di Maio, On. Salvatore Capone, On. Caterina Bini, Sen. Donella Mattesini, On. Paola Binetti, On. Paola Bragantini, On. Elena Carnevali, On. Patrizia Maestri, On. Anna Giacobbe, On. Paolo Beni, On. Luca Pastorino, On. Raffaella Mariani, Sen. Francesco Russo, On. Edoardo Patriarca, On. Maino Marchi, On. Marco Donati, On. Filippo Fossati, On. Laura Garavini, On. Vanna Iori, On. Tiziano Arlotti, On. Daniela Gasparini, On. Roberta Agostini, On. Daniele Montroni, On. Vinicio Peluffo, Sen. Vito Vattuone

Qui un articolo di Vita sulla notizia.

Argomenti:
Persone: