I lavori della Camera in diretta

Applausi bipartisan per Mattarella

Applausi bipartisan per Mattarella

Una persona che saprà garantire al Paese grande equilibrio istituzionale e politico e accompagnerà con rigore e competenza il cammino delle riforme istituzionali: la figura di Sergio Mattarella riscuote consensi e apprezzamenti da numerosi parlamentari bergamaschi, anche da parte degli esponenti di Forza Italia che si erano espressi per la scheda bianca. Solo la Lega si smarca e sospende il giudizio in attesa di vedere i primi atti del nuovo presidente.

Il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina sottolinea «la grande esperienza e saggezza di Mattarella: ha il profilo giusto per un ruolo di questa natura; il Parlamento ha fatto una scelta importante per il Paese. Il percorso che ha portato alla sua elezione è il capolavoro di Renzi e del gruppo dirigente del Pd. Il governo ne esce rafforzato e spero che il percorso delle riforme non si interrompa: siamo ad un passaggio cruciale e la scelta di oggi ci aiuta».

eco-bg-1-febbraio-2015-paginaGiovanni Sanga, del Pd, sottolinea la «spiccata personalità di Mattarella, vigorosa e determinata: è uomo del diritto e dei doveri costituzionali. L’ho incontrato prima di Natale al Quirinale in occasione dei saluti di Napolitano e ci siamo fermati per una breve conversazione. La sua elezione è una pagina di bella politica. Il Pd ne esce rafforzato e Renzi si conferma un grande leader. Per capire la figura di Mattarella bisogna ricordare quanto è stata importante per lui l’esperienza del cattolicesimo democratico e le vicende che hanno coinvolto la sua stessa famiglia: da suo padre
ministro democristiano, sino al fratello, presidente della Regione Sicilia, ucciso dalla mafia».

Antonio Misiani (Pd) si dice «molto contento per l’elezione di Mattarella; sono doppiamente contento che sia stato votato anche da una larga parte del centrodestra. È una persona di alto profilo, un uomo delle istituzioni: ha tutte la carte in regola per essere un ottimo presidente e per svolgere un ruolo di garanzia. Il Pd ritrova compattezza e credo che la politica si sia riscattata dopo il dramma di due anni fa».

Abbiamo dato al Paese una figura che ha, nella sua mitezza, una grande solidità istituzionale, politica, costituzionale

«Abbiamo dato al Paese – aggiunge Elena Carnevali, pure del Pd – una figura che ha, nella sua mitezza, una grande solidità istituzionale, politica, costituzionale. È persona solida e rigoroso nel rispetto dei valori. Il Pd ha dato il senso di unità e fermezza: tutti hanno contribuito a fare in modo che non ci fossero sbavature in un processo che è stato lineare». […]

L’Eco di Bergamo, 1 febbraio 2015

***

bergamonews-31-gennaio-2015Sono trascorsi solo pochi secondi dalla proclamazione di Sergio Mattarella, eletto presidente della Repubblica. Il Parlamentare del partito democratico Giovanni Sanga (nella foto), amico del nuovo capo dello Stato, commenta il risultato con gli applausi in sottofondo. E’ molto soddisfatto. “E’ una giornata carica di grande emozione – spiega -. Sono convinto che Mattarella sia davvero un’ottima scelta. Abbiamo fatto lavoro straordinario e abbiamo alla presidenza della repubblica un uomo di grande valore e rigore umano, politico e costituzionale. E’ anche un amico, lo conosco da quando ero ragazzo. Questa operazione politica è stata condotta da Renzi con grande abilità”.

Il collega Antonio Misiani sottolinea la compattezza del gruppo Pd dopo il disastro del 2013. “Sono molto felice. E’ una giornata in cui non solo il Pd ha ritrovato la propria unità su un figura di altissimo profilo, ma tanti voti sono arrivati dal centrodestra, Diamo un segnale forte al paese: una politica che si è riscattata dopo il dramma di due anni fa”.

Per Elena Carnevali, deputata Pd, è “un grande onore aver dato al paese un galantuomo delle istituzioni, una persone mite e ferma, un garante della costituzione. Abbiamo fatto un grande servizio al paese. Quello che è successo nel 2013 ce l’ho come un marchio a fuoco sulla pelle. Questa elezione è un’occasione di riappacificazione. Mi sento davvero molto contenta”.

Beppe Guerini si sente orgoglioso e felice: “Le gioie, le emozioni, le soddisfazioni più grandi della mia vita sono sempre state condivise: con le persone che amo, con gli amici, i compagni di classe, di squadra, di partito, di gruppo. Oggi quindi mi sento orgoglioso e onorato ma soprattutto felice, felice di aver eletto un galantuomo e ritrovato il senso della nostra comunità”.

Continua a leggere qui

Bergamonews, 31 gennaio 2015

(fonte: Repubblica.it)

Argomenti:
Persone: