I lavori della Camera in diretta

Incontro pubblico sul ddl delega sul terzo settore

Incontro pubblico sul ddl delega sul terzo settore

Si è tenuto stamani presso la Sala Capranichetta di Roma l’incontro pubblico organizzato dalla Cnesc (Conferenza nazionale enti per il servizio civile).

“Non presentiamo alcun rapporto CNESC perché non ci sono stati progetti, ma abbiamo ugualmente voluto promuovere questo incontro per fare il punto sulla Legge di Stabilità e sull’andamento del Disegno di Legge Delega sul Terzo Settore all’interno del quale il Servizio Civile è presente in maniera importante” ha detto Licio Palazzini presidente della Cnesc in apertura lavori ai quali hanno preso parte il Sottosegretario On. Luigi Bobba, l’on. Donata Lenzi (relatrice del testo di riforma del Terzo Settore e del SC), l’on. Filippo Fossati, l’on. Giulio Marcon, l’on. Elena Carnevali, Giovanni Bastianini Presidente della Consulta Nazionale Servizio Civile, Enrico Borrelli, Presidente Forum nazionale servizio civile e numerosi rappresentanti degli organismi aderenti alla Cnesc.

“A ora – ha affermato Bobba – per il 2015 sono certi i 50 milioni. Domani il Governo prende posizione sugli emendamenti depositati al Senato. Stamani – ha aggiunto Bobba – è stato firmato un decreto che istituisce la Commissione che certificherà le competenze dei ragazzi in Servizio Civile con Garanzia Giovani il cui lavoro verrà poi esteso a tutti i ragazzi in Servizio Civile. Per quanto riguarda il Decreto Corpi civili di pace e’ pronto ma abbiamo bisogno del concerto con il ministero degli esteri”.

Mentre Donata Lenzi ha evidenziato la necessità che i contenuti del disegno di legge vengano conosciuti e compresi dall’opinione pubblica e che venga conosciuto e compreso anche dai parlamentari il valore dell’educazione alla pace e espressi dal servizio civile attraverso le attività che i giovani vanno a svolgere. Sottolineatura che riguarda anche l’approccio richiesto alle organizzazioni di servizio civile.

Al termine dei lavori per la Cnesc si aprono nuovi terreni di impegno:
– Azione al Senato affinchè i 50 milioni promessi da Renzi siano aumentati per accelerare l’avvicinamento al SCU e comunque i fondi 2015 siano stabilizzati per il 2016 e il 2017
– Sollecitazione alla promulgazione del decreto per i CCP e la messa in calendario in Parlamento del disegno di legge generale sui Corpi civilie di pace
– Realizzazione di occasioni di diffusione della visione del SCN come modalità dello Stato di impegnare i giovani, attraverso le organizzazioni, nelle priorità per la sicurezza e la giustizia sociale.

Argomenti: