I lavori della Camera in diretta

Carnevali e Riva con Martina, la nuova geografia del Pd

Carnevali e Riva con Martina, la nuova geografia del Pd

L’operazione Area riformista, lanciata ieri a Milano da Pierluigi Bersani e dal ministro Maurizio Martina, è la ricerca di un punto di equilibrio dentro il Pd, a Roma prima di tutto. Ma nella platea dell’ex segretario democratico si facevano notare le figure di primo piano del partito a Bergamo: oltre a Martina, la deputata Elena Carnevali e il segretario provinciale Gabriele Riva, ma anche il presidente dell’Atb Alessandro Redondi. È la sinistra riformista che prova a ridarsi un perimetro riconoscibile: sostegno al governo Renzi, imponendo però ai leader un confronto su tutti i temi.

Non siamo né dei signor no né degli yesman. Anche l’autonomia è un valore, che siamo riusciti ad esercitare sul Jobs Act«Si tratta anche di sentirsi a casa, dentro il partito», dice Riva, che come gli altri compagni di corrente non ha nascosto in più passaggi il disagio per il metodo – oltre che per il merito delle decisioni – imposto dal premier al partito nell’ultimo anno. bergamo-corriere-16-novembre-2014-pagina«La sintesi è che non siamo né dei signor no né degli yesman – dice Elena Carnevali -. La nostra responsabilità è confermata dal fatto che, alla Camera, 18 volte su 18 abbiamo votato la fiducia al governo. ma anche l’autonomia è un valore, che siamo riusciti ad esempio ad esercitare nella discussione sul Jobs Act». Questa parte del Pd vuole rimarcare la distanza da posizione come quella di Sefano Fassina, che si spinge a immaginare un’uscita dall’Euro. Renzi è un leader ancora difficile da digerire, per chi ha alle spalle la storia degli ex Ds, ma lo stesso Martina a più riprese ha rimarcato «la grande capacità del premier di parlare a questa parte del Paese», e nello specifico a territori come Bergamo. […]

Corriere della Sera – Bergamo, 16 novembre 2014

Argomenti:
Persone: