Ludopatia, la commissione affari sociali ascolterà la ministra Lorenzin

Resta incerto il destino del testo unificato sulla prevenzione del gioco d’azzardo patologico. Al momento hanno espresso il parere in sede consultiva le commissioni giustizia, cultura, ambiente, attività produttive, lavoro, politiche europee, mentre non si sono ancora pronunciate le commissioni affari costituzionali, bilancio, finanze, trasporti e la commissione per le questioni regionali.
In Commissione bilancio, nella seduta del 15 ottobre scorso, il sottosegretario Baretta ha informato della mancata trasmissione da parte del Ministro della salute degli elementi istruttori più volte sollecitati per la redazione della relazione tecnica e ha fatto presente che la materia dei giochi è ricompresa tra i settori di intervento della delega fiscale, inoltre il governo sta per adottare uno schema di decreto legislativo in materia di giochi.
Il presidente della commissione, Francesco Boccia, ha proposto l’invio di una lettera alla Commissione affari sociali per segnalare i profili problematici di carattere finanziario esistenti sul testo del provvedimento e per chiedere le modifiche necessarie al testo del provvedimento. La lettera però non è ancora giunta a Pierpaolo Vargiu, presidente della Commissione affari sociali.
La relatrice della proposta di legge, Paola Binetti, ha proposto nella seduta di commissione di oggi di svolgere un’audizione della ministra della salute, Beatrice Lorenzin, per capire quali siano le sue intenzioni e la sua visione rispetto al provvedimento.

Argomenti:
Persone: