I lavori della Camera in diretta

Sindrome da talidomide, la Ragioneria chiede verifiche sulla copertura finanziaria

La Ragioneria generale dello Stato ha espresso riserve sulla copertura finanziaria del disegno di legge che prevede la modifica all’articolo 31 del decreto legge n. 207/2008, convertito, con modificazioni, dalla legge 27 febbraio 2009, n. 14, relativo all’indennizzo in favore delle persone affette da sindrome da talidomide.

Il provvedimento era stato discusso in commissione affari sociali per l’ultima volta nella seduta del 6 agosto 2014, in seguito era stato inviato alle commissioni per i pareri in sede consultiva.

Il 16 settembre la Commissione bilancio ha ricevuto dal Ministero della salute la relazione tecnica che aveva richiesto. La relazione è stata verificata negativamente dalla Ragioneria, che ha eccepito che la copertura finanziaria, prevista dall’articolo 1, comma 3, del testo unificato del provvedimento, stima l’onere a regime in 600 mila euro annui, una cifra «significativamente inferiore» rispetto a quella quantificata dal Ministero della salute.

Nella seduta di commissione del 14 ottobre, il relatore Benedetto Francesco Fucci (Forza Italia) ha fatto notare che la rilevante differenza nella stima degli oneri deriva da una diversa previsione del numero dei soggetti coinvolti. Sulla base dell’analisi dei dati disponibili, quello fornito dalla Ragioneria generale dello Stato appare eccessivo rispetto ai casi individuati in collaborazione con le associazioni che rappresentano i soggetti coinvolti, che ammonterebbero a diciassette unità. Fucci ha quindi chiesto al sottosegretario Vito De Filippo di conoscere i criteri con cui sono state condotte le stime da parte del Ministero e ha ribadito l’esigenza di fornire una volta per tutte risposte certe a quei cittadini interessati dalle norme del provvedimento e che versano in condizioni di particolare difficoltà.

Margherita Miotto (Pd) ha rilevato che i calcoli effettuati dalla Ragioneria non tengono conto della inevitabile riduzione di casi negli anni che si intende includere nelle procedure di indennizzo, mentre sembra verosimile la quantificazione contenuta nel testo unificato all’esame della commissione.

Su proposta del presidente Pierpaolo Vargiu, il relatore effettuerà un ulteriore approfondimento per individuare percorsi condivisi dall’Amministrazione e che consentano l’approvazione del provvedimento.

Argomenti: