Misure urgenti per la giustizia sociale, il parere della Commissione affari sociali

E’ stato approvato dalla Commissione affari sociali, con il voto contrario di Sel e Movimento 5 Stelle, il parere sul disegno di legge, giù approvato dal Senato, che converte il decreto legge relativo a «Misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l’adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria».

Il testo del parere contiene due osservazioni, relative all’aumento del prelievo fiscale sui tabacchi e all’iter procedurale per il pagamento dei debiti sanitari da parte di regioni e province autonome:

La XII Commissione,
esaminato per le parti di competenza, il disegno di legge C. 2433 Governo, approvato dal Senato, recante «Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, recante misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l’adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria»,
rilevata, in particolare, l’opportunità di segnalare alle Commissioni di merito l’esigenza di approfondire se le modalità relative all’incremento del prelievo fiscale sui prodotti da fumo previste dall’articolo 5 del decreto-legge siano effettivamente adeguate al fine di disincentivare l’utilizzo di tali prodotti, consideratene le ricadute sulla tutela della salute;
apprezzate le finalità delle disposizioni di cui agli articoli 34 e 35, volte ad agevolare l’iter per il pagamento dei debiti sanitari;
ravvisata tuttavia l’opportunità di rendere più snello e meno farraginoso il procedimento previsto dalle suddette disposizioni, al fine di garantire l’effettività dei pagamenti, in relazione alla disciplina transitoria che prevede anticipazioni di liquidità – da parte dello Stato – in favore delle regioni e delle province autonome, per il pagamento dei debiti sanitari cumulati al 31 dicembre 2012,
esprime

PARERE FAVOREVOLE

con le seguenti osservazioni:
a) valutino le Commissioni di merito l’opportunità di approfondire se le modalità relative all’incremento del prelievo fiscale sui prodotti da fumo previste dall’articolo 5 del decreto-legge siano effettivamente adeguate al fine di disincentivare l’utilizzo di tali prodotti, consideratene le ricadute sulla tutela della salute;
b) valutino le Commissioni di merito l’opportunità di modificare l’iter procedurale previsto dagli articoli 34 e 35, in materia di pagamento dei debiti sanitari, al fine di garantire l’effettività di tali pagamenti, in relazione alla disciplina transitoria che prevede anticipazioni di liquidità – da parte dello Stato – in favore delle regioni e delle province autonome, per il pagamento dei debiti sanitari cumulati al 31 dicembre 2012.

 

Argomenti: