I lavori della Camera in diretta

Musicale, il Secco Suardo esulta. Via libera alla seconda sezione

I genitori hanno vinto: il liceo musicale Secco Suardo avrà la seconda sezione a partire dal prossimo anno scolastico. Il Miur ha concesso la deroga e la comunicazione ufficiale è stata inviata ieri dal capodipartimento Luciano Chiappetta al direttore regionale Francesco De Sanctis. Il preside del Secco Suardo, Giuseppe Pezzoni, è stato informato dal provveditore Patrizia Graziani, mentre ai genitori ha telefonato l’on.Elena Carnevali, che nei giorni scorsi aveva incontrato il ministro Stefania Giannini. «Sono felice di questo successo, pienamente meritato, della scuola bergamasca – osserva la deputata Pd – e ringrazio il ministro e tutto il suo staff, in particolare il sottosegretario Reggi e i1 capodipartimento Chiappetta, per aver compreso le potenzialità musicali del nostro territorio».

eco-bg-16-aprile-secco-suardoSi chiude così felicemente una vicenda che ha coinvolto le 52 famiglie degli studenti idonei (con una sola sezione 27 sarebbero stati esclusi), ma che soprattutto rappresenta uno sviluppo stabile per la scuola bergamasca che ha un vivaio di 21 scuole medie a indirizzo musicale (20 statali e una paritaria), primarie con sperimentazioni musicali e inoltre numerose bande e gruppi musicali. Una sola sezione statale (esiste anche il liceo musicale paritario del collegio Sant’Alessandro) si è dimostrata insufficiente fin dall’ attivazione del liceo musicale, avvenuta con la riforma Gelmini. Un trend crescente che l’anno scorso aveva costretto alcuni a migrare verso Brescia, dove ci sono due sezioni. Il problema, più volte portato all’attenzione degli uffici scolastici territoriale e regionale, era stato accolto e sembrava avere ottime prospettive di soluzione fino alla circolare ministeriale relativa agli organici per l’anno scolastico 2014-15 che ,stabilendo di non istituire nuove sezioni musicali, aveva fatto svanire il sogno. Tuttavia i genitori non si sono arresi e anche la politica si è mossa, arrivando alla soluzione. «Siamo felicissimi della deroga – esulta Laura Vedovelli a nome del Comitato Genitori -. La seconda sezione non è solo importante per i nostri figli, ma è un’opportunità in più per tutti. Grazie a chi ci ha ascoltato e aiutato come l’on. Elena Carnevali e l’on. Giacomo Stucchi. Grazie anche al consigliere regionale Jacopo Scandella, all’assessore comunale Danilo Minuti e al consigliere provinciale Vittorio Milesi. Ci siamo rivolti anche ai sindacati della scuola: una lettera di sostegno è giunta dalla Cisl, ma dobbiamo un grazie particolare per l’aiuto concreto a Loris Renato Colombo dello Snals». «Un bel risultato, ottenuto con il lavoro di squadra, che premia la qualità e il lavoro della scuola bergamasca» è il commento a caldo del provveditore Patrizia Graziani, mentre il preside del Secco Suardo Giuseppe Pezzoni ringrazia «I genitori per primi, il Miur e in particolare il capodipartimento Luciano Chiappetta e il direttore amministrativo Marco Filisetti. Sono inoltre certo che senza l’interessamento dell’on. Carnevali la situazione non si sarebbe sbloccata. E un grazie anche al sottosegretario Roberto Reggi, al quale ho presentato la situazione».

L’Eco di Bergamo, 16 aprile 2014

Argomenti: