Famiglie a rischio povertà. La Cisl lancia l’allarme

Famiglie a rischio povertà. La Cisl lancia l’allarme

Crisi, 150 mila persone a rischio povertà nella Bergamasca. Questi i dati allarmanti diffusi dalla Fnp Cisl di Bergamo, che delineano un’immagine impensabile solo pochi anni fa per un territorio come quello bergamasco (ritenuto ricco e tutto sommato esente dal fenomeno della povertà, salvo numeri fisiologici), ma aggravata in maniera drammatica dalla crisi: anche nella Bergamasca, infatti, diventano sempre più pressanti le richieste di cibo e cure mediche. E il cambiamento in atto nel nostro territorio e le conseguenti nuove sfide per il settore del welfare sono state al centro del convegno «Il conto delle povertà: ruolo e prospettive sul territorio», organizzato nel pomeriggio di ieri dalla federazione dei pensionati della Cisl di Bergamo alla «Sala degli angeli» della Casa del Giovane.

eco-bg-8-aprile-2014«Oggi i nuovi poveri – ha sottolineato Rita Brembilla, del Coordinamento donne Fnp Cisl, introducendo il convegno – sono rappresentati da famiglie con bambini che si sono esposte comprando casa, che hanno un mutuo da pagare o che prima sostenevano un mutuo con due stipendi e ora ne hanno solo uno. Regione Lombardia spende per spesa sociale circa 120 euro per abitante, ben distante dai circa 280 pro-capite della Provincia di Trento. La spesa su povertà, disagio adulti e senza dimora è pari al 6,7%. In Lombardia il 9% dei minori (quasi uno su 10) vive in povertà assoluta: in termini numerici è la regione che ha il secondo più alto tasso in assoluto di bambini in povertà assoluta. In tutto questo, le politiche per la povertà risultano molto frammentate: non esiste ancora un’area con competenze specifiche sul tema». All’incontro hanno partecipato Marco Zucchelli, della Caritas di Bergamo, Vanni Maggioni (Università degli studi di Bergamo), Elena Carnevali, parlamentare del Pd ed ex assessore ai Servizi sociali nella giunta Bruni, Leonio Callioni, assessore ai Servizi sociali del Comune di Bergamo e presidente della Conferenza dei sindaci, Stefano Galliani, presidente dell’Ambito 11 e Michele Bettoni, segretario generale Fnp Cisl Bergamo. […] Carnevali, Callioni e Galliani hanno invece ripercorso le rispettive esperienze in ambito amministrativo (a livello nazionale e locale) sui temi delle politiche sociali, condividendo nei loro interventi la necessità di fare sempre più rete tra diverse realtà del territorio per rispondere efficacemente ai nuovi bisogni e di mettere in campo interventi radicali e di medio-lungo termine.

L’Eco di Bergamo, 8 aprile 2014

Argomenti: