I lavori della Camera in diretta

Visite fiscali Inps, il programma dell’indagine conoscitiva

La Commissione affari sociali ha approvato lo svolgimento di una indagine conoscitiva sull’organizzazione dell’attività dei medici che svolgono gli accertamenti sanitari per verificare lo stato di salute del dipendente assente per malattia.

L’indagine si concluderà il 30 marzo prossimo e ha le seguenti finalità:

1) acquisire elementi puntuali ed analitici degli ultimi 5 anni in merito alla relazione tra i costi e i benefici della spesa dell’Inps per il pagamento dei medici fiscali e quella dovuta agli oneri per prestazioni di malattia;

2) acquisire informazioni sull’attuale ruolo della ASL e sulle attività svolte dalle medesime nell’ambito delle visite fiscali;

3) individuare iniziative urgenti volte alla salvaguardia della professionalità di 1.400 medici fiscali dell’Inps che, per le modalità di svolgimento della professione, la tipologia del rapporto di lavoro e le incompatibilità che gravano sullo stesso, rischiano di non avere alcuna possibilità di reinserimento lavorativo visto che la loro età media è intorno ai 50 anni e che, a causa del regime delle incompatibilità, non hanno potuto frequentare le scuole di specializzazione post lauream o i corsi specifici in medicina generale;

4) predisporre ogni ulteriore iniziativa utile alla soluzione della problematica esposta.

Durante le audizioni saranno ascoltati il Ministro della salute, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, il Ministro della pubblica amministrazione e semplificazione, rappresentanti dell’Inps, la Conferenza delle regioni e delle province autonome di Trento e di Bolzano, rappresentanti dei medici di medicina generale (Federazione italiana medici di medicina generale e Sindacato nazionale autonomo medici italiani – settore medici fiscali INPS), la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e degli odontoiatri (FNOMCeO), l’Associazione nazionale medici di medicina fiscale (ANMEFI), l’Associazione nazionale dei medici INPS (ANMI-FeMEPA), le organizzazione sindacali CGIL-medici, UIL-FPL medici e CISL-medici, CGIL-NIdiL, rappresentanti dei medici legali (Società italiana di medicina legale e delle assicurazioni (SIMLA), del Sindacato italiano specialisti in medicina legale e delle assicurazioni (SISMLA) e del Coordinamento medici legali aziende sanitarie (COMLAS).

Argomenti: