I lavori della Camera in diretta

Riforma elettorale, tutelare la rappresentanza di genere

Riforma elettorale, tutelare la rappresentanza di genere

La direzione nazionale del Partito Democratico del 16 gennaio ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che ribadisce l’impegno dei gruppi parlamentari perché la nuova legge elettorale, qualsiasi sia il modello a cui si ispirerà, garantisca il principio della parità di genere.

La Direzione nazionale del Partito Democratico

premesso

– che lo statuto del Partito democratico pone tra i suoi valori fondativi il principio della democrazia paritaria e l’impegno “a rimuovere gli ostacoli che si frappongono alla piena partecipazione politica delle donne” favorendo “la parità fra i generi nelle candidature per le assemblee elettive”;

– che la piena cittadinanza femminile nella vita pubblica e delle istituzioni e’ condizione essenziale della qualità della democrazia.

considerato

– che la scelta del Partito democratico di perseguire tali obiettivi ha consentito positivi passi avanti: un incremento della presenza femminile negli organismi di direzione politica, nelle assemblee elettive degli enti locali, grazie all’introduzione della doppia preferenza, e in Parlamento, dove la percentuale di elette sfiora il 40 per cento.

valutata

– l’urgenza di riformare la legge elettorale per il Parlamento italiano e la possibile modifica della legge elettorale per il Parlamento europeo.

si impegna

ad inserire nelle suddette riforme, qualsiasi sia il modello adottato, norme antidiscriminatorie volte ad affermare la parità di genere.

Argomenti: