Rendere pubbliche le informazioni sul metodo Stamina

Rendere pubbliche le informazioni sul metodo Stamina

«Dopo l’annuncio del vice presidente della Stamina Foundation di una collaborazione con una non meglio precisata università statunitense, immaginiamo che a quella università Andolina dia tutte le informazioni sul metodo, informazioni che ha invece tenuto nascoste agli Spedali civili di Brescia. Ci auguriamo che non ci saranno fasi di lavorazione in laboratorio tenute ‘nascoste’ e medici obbligati dai magistrati a fare infusioni ai pazienti, senza che gli stessi medici fossero informati adeguatamente». Lo dice Donata Lenzi, capogruppo Pd in commissione Affari sociali.«È molto grave infatti – prosegue Lenzi – che una parte del procedimento nel laboratorio in un ospedale pubblico sia stata tenuta segreta agli stessi operatori di quel laboratorio. Ci sono tante altre sperimentazioni in Italia, tante collaborazioni tra pubblico e privato e chi vi lavora ha l’obbligo di riservatezza verso l’esterno ma mai tra operatori e medici degli enti coinvolti. Se la magistratura impone di procedere dovrebbe almeno imporre trasparenza e collaborazione».

(fonte: deputatipd.it)

Argomenti: