I lavori della Camera in diretta

Primarie per il sindaco di Bergamo, il regolamento

Questo è il testo del regolamento che disciplinerà la presentazione delle candidature e lo svolgimento delle primarie del centrosinistra per la scelta del candidato a  sindaco di Bergamo

Premessa

Le forze politiche, democratiche e progressiste civiche, riunite nella coalizione di centrosinistra allargato e civico, sottoscrivendo il presente regolamento, dichiarano di riconoscere nello strumento delle primarie, aperte alla massima partecipazione di cittadine e cittadini, il metodo di scelta del candidato a Sindaco della città di Bergamo.
Le stesse forze politiche si impegnano a garantire un adeguato sostegno allo svolgimento della consultazione e a sostenere il candidato risultato vincente nelle Primarie, quale candidato della coalizione alle elezioni amministrative del maggio 2014.
I candidati che partecipano alle elezioni primarie per la scelta del candidato Sindaco della coalizione, sottoscrivendo il presente regolamento, si impegnano a riconoscersi nella coalizione, a rappresentarla, a sottoscrivere la “Carta d’Intenti della Coalizione” stessa a sostenere il candidato che risulterà vincente.

Art. 1 – Periodo di svolgimento delle primarie

Le elezioni primarie si svolgeranno in un’unica data fissata il giorno domenica 23 febbraio 2014.

Art. 2 – Comitato Organizzativo e di garanzia

Le forze politiche che compongono la coalizione di centrosinistra costituiscono un Comitato Organizzativo e di garanzia composto da 2/3 (due/tre) rappresentanti di ciascuna forza politica, a cui si aggiungerà, senza diritto di voto, 1 (uno) rappresentante di ciascun candidato.
Il Comitato fissa la propria sede in via San Lazzaro 41 a Bergamo, elegge al proprio interno un Presidente con funzioni di coordinatore e assume le proprie decisioni, quando opportune, a maggioranza dei presenti.
Il Comitato Organizzativo e di garanzia:
– sovraintende allo svolgimento delle primarie;
– vigila sul rispetto del presente regolamento, pubblica su un sito dedicato o, in sua assenza, sui siti delle forze politiche che compongono la coalizione, le eventuali disposizioni emanate dal Comitato Organizzativo stesso, il recapito presso cui è possibile inviare comunicazioni dirette al Comitato, l’elenco dei candidati, la mappa dei seggi e le istruzioni per le operazioni di voto;
– predispone la modulistica per la presentazione delle candidature e per le operazioni di voto;
– definisce i seggi elettorali e nomina i presidenti di seggio e gli scrutatori;
– ufficializza la lista dei candidati e la rende pubblica;
– redige le istruzioni per le operazioni di voto;
– stabilisce le modalità con cui i candidati possono nominare i propri rappresentanti all’interno dei seggi;
– promuove l’informazione nei confronti dei cittadini in ordine allo svolgimento delle primarie con tutti i mezzi possibili, nel limite delle risorse disponibili;
-?organizza la gestione delle operazioni di voto, di ricezione dei risultati e di verifica dei risultati comunicati dai presidenti di seggio;
– proclama i risultati e il vincitore delle primarie;
– dispone ed approva apposito bilancio da rendere pubblico entro 2 mesi dalle primarie;
– promuove l’organizzazione di eventi nei quali tutti i candidati possano essere presentati alla città.

Art. 3 – Incompatibilità

Le funzioni di componente del Comitato Organizzativo sono incompatibili con la candidatura alle consultazioni primarie.

Art. 4 – Presentazione delle candidature

Possono essere candidati per la carica di Sindaco alle primarie per le amministrative di Bergamo 2014 i cittadini:
– in possesso dei requisiti di legge che li rendano eleggibili a tale carica;
– che dichiarino di essere iscritti o elettori di una delle forze politiche che compongono la coalizione di centrosinistra;
– che sottoscrivano la “Carta d’Identità della Coalizione” predisposta dalla stessa coalizione;
– che si impegnino a svolgere la propria campagna elettorale delle primarie con lealtà nei confronti degli altri candidati. E’ vietata ogni azione che possa ledere la dignità degli altri candidati oltre che l’immagine della coalizione ovvero dei suoi componenti;
– che si impegnino a riconoscere l’esito delle primarie e sostenere lealmente il vincitore nella competizione elettorale.
Il Comitato organizzativo e di garanzia ha la facoltà di escludere (a maggioranza qualificata dei 2/3) dalla competizione per le primarie i candidati che pongano in essere comportamenti o rilascino dichiarazioni in contrasto con quanto sopra.
La candidatura alle primarie può essere avanzata da ciascuna forza componente la coalizione, o da singoli cittadini. In ogni caso le candidature dovranno raccogliere 200 firme di sottoscrizione.
Possono sottoscrivere le candidature solo i cittadini elettori del comune di Bergamo.
Ogni sottoscrittore non può sottoscrivere più di una candidatura. Sottoscrizioni multiple saranno tutte considerate nulle.
Chiunque sia intenzionato ad avviare la raccolta firme per la presentazione della propria candidatura a Sindaco deve darne comunicazione al Comitato Organizzativo su un modulo, predisposto dal Comitato stesso, entro le ore 12,00 del giorno sabato 18 gennaio.
La raccolta delle firme per la presentazione delle candidature si terrà da sabato 18 a domenica 26 gennaio.
I moduli con le firme di sottoscrizione dovranno essere consegnati al Comitato Organizzativo il giorno lunedì 27 gennaio entro le ore 12.00.
I candidati potranno indicare un proprio rappresentante, senza diritto di voto, nel Comitato Organizzativo e in ogni seggio che verrà istituito. I nominativi dei rappresentanti nei seggi dovranno essere comunicati al Comitato Organizzativo entro 48 (quarantotto) ore dall’inizio dell’apertura dei seggi.
Terminate tutte le operazioni il Comitato Organizzativo stabilisce mediante sorteggio da effettuarsi alla presenza dei candidati o di un loro delegato, il numero d’ordine da assegnare a ciascun candidato. I nomi dei candidati saranno riportati sulle schede elettorali e su qualsiasi altro materiale prodotto per la campagna d’informazione secondo l’ordine assegnato dal sorteggio.

Art. 5 – Limiti di spesa

La campagna elettorale dei candidati è improntata a criteri di sobrietà, finanziata in modo trasparente e accompagnata da un rendiconto finale. I candidati si impegnano, inoltre, ad evitare forme di campagna elettorale invasiva, nel rispetto dell’ambiente e del decoro urbano.
Le spese della campagna elettorale di ciascun candidato alle primarie non possono superare il limite di Euro 10.000 (diecimila/00).
Per le spese relative alla campagna elettorale si intendono quelle relative:

a) alla produzione, all’acquisto o all’affitto di materiali e di mezzi di propaganda;

b) alla distribuzione e diffusione dei materiali e dei mezzi di cui alla lettera a);

c) all’organizzazione di manifestazioni di propaganda, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, anche di carattere ricreativo, sociale, culturale e sportivo.

d) Ad ogni altra prestazione o ad ogni altro servizio inerente alla campagna elettorale, nonché al personale utilizzato.

Le spese per la propaganda, ai fini del limite di spesa di cui sopra, debbono essere quantificate nella dichiarazione di cui al successivo comma 6 e la relativa documentazione deve essere conservata a cura dell’interessato o di un suo delegato per almeno tre mesi successivi allo svolgimento delle elezioni primarie, ai fini dell’effettuazione dei relativi controlli.
Entro le ore 12.00 del 24/03/2014 tutti i candidati trasmettono al Comitato Organizzativo personalmente o tramite un delegato, il rendiconto relativo ai contributi e servizi ricevuti ed alle spese sostenute. Vanno analiticamente riportati, attraverso l’indicazione nominativa, anche mediante attestazione del solo candidato, i contributi, i servizi e le prestazioni provenienti da persone fisiche e giuridiche, inclusi i contributi, i servizi o le prestazioni erogati dai partiti.
In sede di rendicontazione le spese relative ai locali per le sedi elettorali, quelle di viaggio, soggiorno e telefoniche, nonché gli oneri passivi, sono calcolati in misura forfettaria, in percentuale fissa del 30% dell’ammontare complessivo delle spese documentate, nel caso non siano rendicontate dettagliatamente. Vanno inoltre allegati gli estratti conto bancari e/o postali.
Il comitato organizzativo, dietro liberatoria dei candidati, cura la pubblicità dei rendiconti di spesa, anche mediante pubblicazione sulla rete web, garantendo comunque altre modalità che ne consentano la consultazione a chiunque ne faccia richiesta.

Art. 6 – Violazioni del regolamento e sanzioni

Il Comitato Organizzativo e di garanzia vigila sul corretto svolgimento della campagna elettorale, nonché sul rispetto del presente regolamento, adottando le misure ritenute necessarie a far cessare la violazione ed a consentire il corretto proseguimento della campagna elettorale.
Ciascun candidato o suo rappresentante o delegato alle elezioni può presentare una segnalazione al Comitato organizzativo e di garanzia in relazione a presunte violazioni del presente regolamento.
Il Comitato organizzativo e di garanzia decide a maggioranza qualificata dei 2/3 sulle misure atte a ristabilire il corretto confronto tra i candidati, ivi compresa la possibilità di sospensione od esclusione di un candidato. La decisione del Comitato è inappellabile.

Art. 7 – Elettori

Partecipano alle primarie in qualità di elettori i cittadini che abbiano piena titolarità del diritto attivo di voto per le elezioni Comunali di Bergamo. Inoltre hanno diritto di voto alle primarie nel seggio corrispondente all’ indirizzo di domicilio, le cittadine e i cittadini italiani che abbiano almeno 16 anni, o dell’Unione Europea, nonché di altri Paesi, in possesso di permesso di soggiorno, residenti nel Comune Bergamo.
Per essere ammessi al voto gli elettori devono dichiarare di riconoscersi nella “Carta d’intenti della Coalizione”, e versare una quota di almeno 2,00 euro, a titolo di contributo alle spese organizzative.

Art. 8 – Operazioni voto e scrutinio

Prima dell’inizio delle operazioni di voto le schede vengono vidimate dagli scrutatori.
Le operazioni di voto iniziano alle ore 8,00 e si concludono alle ore 20,00.
Per votare è necessario presentare un documento di identità che attesti la residenza nell’area di competenza del seggio e la tessera elettorale.
L’elettore esprime un’unica preferenza tracciando una croce in corrispondenza del candidato prescelto. Terminate le operazioni di voto inizia lo scrutinio delle schede. L’esito dello scrutinio dovrà essere riportato sul verbale di seggio.
Il verbale di seggio, sottoscritto dal Presidente e da tutti i componenti del seggio deve essere immediatamente consegnato al Comitato Organizzativo.

Art. 9 – Utilizzo delle quote di partecipazione alle primarie

I fondi raccolti durante le primarie saranno consegnati al Comitato Organizzativo che li utilizzerà per far fronte alle spese sostenute per la preparazione e allestimento delle primarie.
Nulla è dovuto alle singole forze politiche componenti la coalizione.

Argomenti: