I lavori della Camera in diretta

Impegno del governo per gli esposti all’amianto

Impegno del governo per gli esposti all’amianto

«L’ordine del giorno sull’amianto, accolto dal governo, nel richiamare i contenuti della Risoluzione approvata nella precedente legislatura impegna il governo, tra l’altro, “a valutare la necessità di assegnare risorse finanziarie al Fondo Nazionale Amianto nonché l’erogazione dello stesso anche ai cittadini colpiti da malattie asbesto correlate (o loro eredi) di origini diverse da quelle professionali e per la sorveglianza sanitaria degli ex esposti; a consentire ai lavoratori esposti all’amianto di beneficiare delle deroghe previste dal cosiddetto decreto Salva Italia che permettono di accedere al trattamento pensionistico secondo la disciplina in vigore prima della riforma previdenziale del dicembre 2011, mantenendo invariati i criteri necessari per la maturazione del relativo diritto; a prevedere l’assegnazione di adeguate risorse economiche al fine di finanziare le attività di messa in sicurezza e di bonifica dei siti contaminati nonché per finanziare le attività regionali di mappatura; a valutare la possibilità di una deroga al Patto di Stabilità per gli enti locali, per avviare e/o completare le attività di mappatura e di bonifica dei siti contaminati; e a ricostituire una cabina di regia nazionale o organo similare di coordinamento delle iniziative in tema di amianto”». Lo dice Maria Antezza, deputata del Pd prima firmataria dell’Ordine del giorno.
«Ci auguriamo adesso – conclude Antezza – che l’impegno del governo si traduca nel minor tempo possibile in misure concrete a favore dei cittadini esposti ed ex esposti all’amianto».

Argomenti: