Proposta di legge Murer, abbinato provvedimento per finanziare centri antiviolenza

Proposta di legge Murer, abbinato provvedimento per finanziare centri antiviolenza

La discussione in Commissione sulla proposta di legge Murer per il sostegno alle donne vittime di violenza si arricchisce di un secondo provvedimento, di cui è prima firmataria la depuatta Maria Antezza (Pd), relativo all’«Istituzione del Fondo nazionale per il cofinanziamento delle case e dei centri delle donne».

La proposta di legge, assegnata alla Commissione affari sociali, è stata abbinata alla proposta Murer, il cui esame era iniziato in una seduta della scorsa settimana. Il contenuto del nuovo provvedimento è stato illustrato ai commissari dalla relatrice Donata Lenzi. L’obiettivo della proposta di legge è quello di sostenere concretamente la libertà di ogni donna. Il testo si compone di quattro articoli, relativi alle case e ai centri delle donne, le cui finalità sono definite dall’articolo 1. L’articolo 2 è formato da quattro commi, che trattano delle convenzioni, della gestione e delle erogazioni liberali. L’articolo 3 riguarda l’istituzione di un Fondo nazionale di cofinanziamento dell’attività delle case e dei centri delle donne, stabilendone le finalità e le modalità di erogazione. Nell’articolo 4 è prevista la copertura finanziaria pari a 50 milioni di euro a decorrere dall’anno 2013.

Argomenti: