Omofobia e finanziamento dei partiti, riprende la discussione

Omofobia e finanziamento dei partiti, riprende la discussione

La Camera riprende oggi la discussione delle proposte di legge sull’abolizione del finanziamento diretto dei partiti e sul contrasto all’omofobia.

I due provvedimenti erano arrivati in Aula nell’ultima settimana di lavori del mese di agosto, ma la pausa estiva ne aveva fatto slittare il seguito dell’esame.

La proposta sul finanziamento dei partiti prevede l’abolizione del meccanismo dei rimborso elettorale e l’introduzione di forme di contribuzione volontaria verso quelle formazioni politiche che rispettino determinati criteri di trasparenza dei bilanci.

La norma per il contrasto dell’omofobia, invece, prevede alcune modifiche alle leggi Reale e Mancino in modo che anche le discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale diventino perseguibili penalmente.

L’ordine del giorno dei lavori di oggi prevede anche il seguito della discussione sul disegno di legge che riforma il reato di diffamazione a mezzo stampa e la discussione di tre mozioni che riguardano la crisi di IrisBus e BredaMenariniBus (qui il testo della mozione firmata da diversi esponenti del Partito Democratico).

 

I lavori della Commissione affari sociali

In Commissione affari sociali approda invece, oggi pomeriggio, in sede consultiva il disegno di legge di conversione del decreto contro il femmincidio. Proseguirà poi l’esame in sede referente delle proposte di legge su prevenzione, cura e riabilitazione della dipendenza da gioco d’azzardo patologico e di quelle per il sostegno alle donne vittime di violenza.

Argomenti: