I lavori della Camera in diretta

Ecobonus, stabilizzati gli incentivi

Ecobonus, stabilizzati gli incentivi

 La Camera ha approvato oggi con 480 voti favorevoli e un astenuto il disegno di legge di conversione del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, che contiene “disposizioni urgenti per il recepimento della Direttiva 2010/31/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 19 maggio 2010, sulla prestazione energetica nell’edilizia per la definizione delle procedure d’infrazione avviate dalla Commissione europea, nonché altre disposizioni in materia di coesione sociale”.

Il provvedimento estende per tutto il 2013 la detrazione del 65% per l’efficienza energetica degli edifici ai lavori di adeguamento antisismico, inoltre le detrazioni dovranno essere stabilizzate dal 2014, in una misura e per ambiti che saranno definite nella Legge di stabilità, che dovrà anche indicare le coperture finanziarie. Queste misure sono state rese possibili dalla copertura alternativa che il governo ha presentato rispetto a quella inizialmente prevista: non l’aumento dell’Iva dal 4 al 21% di cd e dvd allegati a dizionari e libri scolastici ma l’utilizzazione del fondo per le detrazioni Irap dei professionisti.

Questi sono i principali contenuti del decreto:

EFFICIENZA ENERGETICA: detrazione d’imposta del 65%, ripartita in 10 anni, per le spese sostenute fino al 31 dicembre 2013 per la riqualificazione energetica di edifici; per gli interventi sulle parti comuni dei condomini le detrazioni sono per le spese sostenute fino al 30 giugno 2014.

POMPE DI CALORE: sono detraibili anche le spese di sostituzione di impianti di riscaldamento con pompe di calore ad alta efficienza ed impianti geotermici a bassa entalpia e di scaldacqua tradizionali con scaldacqua a pompa di calore.

CONSOLIDAMENTO ANTISISMICO: una detrazione del 65% delle spese per il consolidamento antisismico su prime case e capannoni nelle zone sismiche ad alta pericolosità (zone 1 e 2); vale fino al 31 dicembre 2013.

RISTRUTTURAZIONI: prorogata al 31 dicembre 2013 la scadenza dell’innalzamento delle detrazione IRPEF dal 36 al 50% delle spese per le ristrutturazioni, entro un limite di 96.000 euro.

MOBILI E FRIGO: detrazione del 50% delle spese per l’acquisto di mobili e grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (per i forni classe A), per le case oggetto di ristrutturazione, per un importo massimo di 10.000 euro.

STABILIZZAZIONE INCENTIVI: dal 2014 tutti gli incentivi del settore saranno stabilizzati (stop alle semplici proroghe): ”le misure e gli incentivi selettivi di carattere strutturale” riguarderanno l’efficienza energetica e idrica, il sismico, la messa in sicurezza degli edifici, la depurazione delle acque contaminate da arsenico, la sostituzione delle coperture di amianto negli edifici. La quantità delle detrazioni sarà decisa nelle Legge di Stabilità, a ottobre.

EDIFICI A ENERGIA QUASI ZERO: Entro il 31 dicembre 2020 tutti i nuovi edifici dovranno essere a ”energia quasi zero”; per gli edifici pubblici, comprese ospedali e scuole, il termine è anticipato al 31 dicembre 2018. Entro giugno 2014 il governo dovrà elaborare un Piano di azione.

APE: l’Attestato di prestazione energetica sostituisce l’Ace (attestato di certificazione energetica). Esso deve essere fornito per i nuovi edifici dal costruttore; per gli edifici esistenti venduti o locati, dal proprietario. Senza l’Ape i contratti di vendita e locazione sono nulli. L’Ape, redatto da un tecnico accreditato, ha una validità di 10 anni e deve essere aggiornato ad ogni intervento che modifichi le prestazioni energetiche.

CIG: incrementato il Fondo sociale per l’occupazione e la formazione di 47,8 milioni di euro per il 2013 e di 121,5 milioni per il 2014 per gli ammortizzatori in deroga. In tutto le risorse per la Cig in deroga ora ammontano per il 2013 a 1.962,8 milioni di euro, e per il 2014 a 1.121,5 milioni.

LIBRI SCUOLA: stop all’aumento Iva dal 4 al 21% di cd e dvd allegati a libri scolastici e universitari e ai dizionari. Aumenta invece l’Iva sui gadget allegati a riviste e giornali.

MERENDINE: sale l’Iva dal 4 al 10% su alimenti e bevande venduti nei distributori automatici.

Il testo torna ora in Senato per l’approvazione finale, che dovrà avvenire entro il 4 agosto.

 

Il testo del disegno di legge

Gli emendamenti approvati in Aula

Articolo 3 comma 1

Emendamento 3.54

Al comma 1, lettera c), capoverso comma 3, lettera e), dopo le parole: sistemi tecnici aggiungere le seguenti: «di climatizzazione».

Crippa Davide, Da Villa Marco, Della Valle Ivan, Fantinati Mattia, Mucci Mara, Petraroli Cosimo, Prodani Aris, Vallascas Andrea, Barbanti Sebastiano, Cancelleri Azzurra Pia Maria, Chimienti Silvia, Pesco Daniele, Pisano Girolamo, Ruocco Carla, Villarosa Alessio Mattia

Articolo 3 comma 1

Emendamento 3.53

Al comma 1, lettera d), capoverso comma 3-bis.1, sostituire le parole da: il rispetto fino alla fine del capoverso con le seguenti: «previo giudizio dell’autorità competente al rilascio dell’autorizzazione ai sensi del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, il rispetto delle prescrizioni implichi un’alterazione sostanziale del loro carattere o aspetto, con particolare riferimento ai profili storici, artistici e paesaggistici».

Busto Mirko, De Rosa Massimo Felice, Daga Federica, Mannino Claudia, Segoni Samuele, Terzoni Patrizia, Tofalo Angelo, Zolezzi Alberto

Articolo 6 comma 4

Emendamento 6.58

Al comma 1, capoverso rt. 6, comma 4, dopo le parole: destinazione d’uso, aggiungere le seguenti: «la medesima situazione al contorno, il medesimo orientamento e la medesima geometria e».

Crippa Davide, Da Villa Marco, Della Valle Ivan, Fantinati Mattia, Mucci Mara, Petraroli Cosimo, Prodani Aris, Vallascas Andrea, Barbanti Sebastiano, Cancelleri Azzurra Pia Maria, Chimienti Silvia, Pesco Daniele, Pisano Girolamo, Ruocco Carla, Villarosa Alessio Mattia

Articolo 12 comma 1

Emendamento 12.54

Al comma 1, capoverso Art. 15, comma 2, primo periodo, dopo le parole: i controlli aggiungere le seguenti: «periodici e diffusi».

Busto Mirko, De Rosa Massimo Felice, Daga Federica, Mannino Claudia, Segoni Samuele, Terzoni Patrizia, Tofalo Angelo, Zolezzi Alberto

Articolo 15 comma 1

Emenedamento 15.301

Al comma 1, dopo le parole: ed incentivi selettivi di carattere strutturale aggiungere le seguenti: «da emanarsi entro il 31 dicembre 2013».

Allasia Stefano, Realacci Ermete

 

Argomenti: