Kyenge a Bergamo, ormai insopportabile la propaganda leghista

Kyenge a Bergamo, ormai insopportabile la propaganda leghista

«L’ostinazione con cui i militanti leghisti continuano in ogni occasione e in ogni luogo ad insultare la ministra Kyenge sfiora ormai il ridicolo». Lo dichiarano i deputati Pd Elena Carnevali, Antonio Misiani e Giovanni Sanga.

«Sfortunatamente per loro – aggiungono i deputati Pd – i (pochi) manifestanti del Carroccio sono stati contestati dai cittadini presenti all’iniziativa che ospitava la Kyenge all’Università di Bergamo. E’ il segno di quanto anche i bergamaschi non sopportino più la propaganda leghista».

«I dirigenti leghisti, in evidente crisi di consensi e di proposte, continuano nella loro noiosa propaganda fatta di una pura litania di insulti nei confronti del ministro Cécile Kyenge, come avvenuto oggi a Bergamo», ha commentato Khalid Chaouki, responsabile Nuovi italiani del Partito Democratico.

«Piuttosto che offendere, riflettano invece sull’esito fallimentare della loro ormai – per fortuna – tramontata esperienza di governo su tema dell’immigrazione. L’Italia e gli italiani hanno già pagato un alto prezzo in termini di ritardi nel processo di integrazione degli immigrati. Oggi, insieme al ministro Kyenge, stiamo costruendo una nuova cultura di accoglienza e cittadinanza per chi nasce, cresce e vive in questo Paese. La Lega Nord se ne faccia una ragione: la stragrande maggioranza dei cittadini è dalla parte dei valori di uguaglianza e rispetto dei diritti umani, principi contenuti nella nostra Costituzione», ha concluso Chaouki.

Argomenti: