Sostegno del Pd alla sindaca di Monasterace

Sostegno del Pd alla sindaca di Monasterace

Maria Carmela Lanzetta, dal 2006 il sindaco di Monasterace, provincia di Reggio Calabria, aveva fatto della lotta alla ‘ndrangheta una missione. Ora, dopo l’ennesima intimidazione, ha annunciato il suo addio in una lettera alla presidente Boldrini: «Difficile cambiare le cose, si rischia la pelle».

Roberta Agostini, coordinatrice nazionale delle donne Pd, appresa con dispiacere la notizia delle sue dimissioni ha voluto rinnovare «la stima e l’affetto delle donne democratiche che le espressi un anno fa quando, con il segretario Bersani, andammo a Monasterace per chiederle di ritirare le dimissioni. Allora lo fece, con un grande atto di responsabilità e di coraggio. Spero si creino le condizioni affinché possa farlo anche oggi. La Calabria e l’Italia – ha concluso – hanno bisogno di brave amministratrici come lei: le siamo accanto nella sua battaglia per la legalità e contro ogni forma di intimidazione».

«Conosco la passione e il coraggio di Maria Carmela Lanzetta e so quanto è gravoso il suo compito», ha sottolineato Rosy Bindi.

«Ma sento che di fronte al suo gesto la stima e la solidarietà non bastano. Queste parole devono tradursi in un impegno concreto, in una vicinanza politica reale capace di colmare la sua solitudine che è anche la solitudine della Calabria», ha spiegato la dirigente del Pd. «La sfida della legalità e della buona amministrazione a Monasterace è una questione che ci riguarda tutti. Per chiedere al sindaco Lanzetta di ritirare le sue dimissioni bisogna che le Istituzioni di questo Paese diano prova di averlo capito», ha concluso.

Argomenti: