Pene detentive non carcerarie all’esame dell’aula

Pene detentive non carcerarie all’esame dell’aula

Aggiornamento ore 20: la Camera ha respinto la questione pregiudiziale di costituzionalità sollevata dal Movimento 5 Stelle sul cosiddetto “decreto del fare”, che comincerà ad essere esaminato dalla Camera per la sua conversione in legge da lunedì prossimo.

Aggiornamento ore 19,30: la votazione degli emendamenti al disegno di legge delega sulle pene non carcerarie proseguirà domani mattina, a partire dalle ore 9.

Aggiornamento:
La Camera ha votato il rinvio ad altra seduta della votazione per l’elezione di un vicepresidente e di un segretario di Presidenza.

I lavori della Camera di oggi prevedono un ordine del giorno nutrito. Si comincia alle 9 con lo svolgimento di alcune interpellanze e di un’interrogazione.

Nel pomeriggio, dalle 14, si procederà all’elezione un vicepresidente e di un segretario di presidenza, quindi riprenderà la discussione sul disegno di legge delega al governo sulle pene detentive non carcerarie, la messa alla prova e la riforma della contumacia. Al termine proseguirà la discussione delle mozioni sugli ogm iniziata ieri.

Alle 19,30, infine, sarà esaminata e votata la questione pregiudiziale sollevata dal Movimento 5 Stelle in merito al disegno di conversione del decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013 (il cosiddetto “decreto del fare”). Al provvedimento è contestato il fatto che contenga «norme di carattere ordinamentale; proroghe che mascherano modifiche di non lieve entità di discipline vigenti; proroghe di norme molto lontane dalla scadenza, con ricadute finanziarie sul bilancio 2014».

Argomenti: