I lavori della Camera in diretta

Addio a don Gallo, sempre dalla parte degli ultimi

Addio a don Gallo, sempre dalla parte degli ultimi

Poco fa si è spento don Gallo, un prete che ha saputo vivere coraggiosamente il Vangelo dalla parte degli ultimi e dei diseredati. Mancherà a tutti noi, in questa Italia impoverita, dove le disuguaglianze sociali continuano ad aumentare. Per non dimenticare il suo esempio:

“Nella vita mi hanno apostrofato in ogni modo: chierico rosso, prete comunista, protettore dei tossici. Ma si sono dimenticati che sono anche amico delle prostitute, dei devianti, dei balordi, dei border line, dei migranti, di tutti coloro che viaggiano ai margini della società. Un prete da marciapiede, insomma. È lì che vivo, ogni giorno e ogni notte, cercando la speranza insieme alle persone che incontro. È lì che mi è stata insegnata la vita.

Il posto di un prete è fra la gente: in chiesa, per strada, in fabbrica, a scuola, ovunque ci sia bisogno di lui, ovunque la gente soffra, lavori, si organizzi, lotti per i propri diritti e la propria dignità. “Alzatevi!” dice il papa…”

Don Andrea Gallo, Angelicamente anarchico – Autobiografia.

Argomenti: