Donne, ratificare subito la Convenzione di Istanbul

Donne, ratificare subito la Convenzione di Istanbul

“Oggi nell’aula di Montecitorio ho proposto che il primo provvedimento della Commissione Esteri della Camera sia la ratifica della Convenzione di Istanbul del Consiglio d’Europa contro la violenza domestica e sulle donne. La buona notizia è che su questa proposta si è espresso un consenso unanime di tutti i gruppi parlamentari, dal PdL al Movimento 5 Stelle, passando da Sel a Scelta Civica.
Noi del Pd abbiamo presentato la proposta di legge di ratifica già il primo giorno di insediamento delle Camere e siamo pronti a lavorare sia in Commissione sia in Aula perchè questo sia uno dei primi atti di questo Parlamento. La Convenzione è uno strumento giuridico fondamentale per prevenire e contrastare la violenza sulle donne e la violenza domestica, di cui sono spesso vittime – direttamente o indirettamente – anche tantissimi bambini. La ratifica della Convenzione è una prima, fondamentale risposta alle troppe donne vittima di violenza, in Italia e nel resto d’Europa, e alle tantissime associazioni e centri anti-violenza che quotidianamente lavorano per porre fine a questo orrore, spesso in solitudine e senza fondi adeguati.
Per questo il segnale che oggi abbiamo dato dall’Aula di Montecitorio, con una convergenza di tutti i gruppi parlamentari sulla nostra proposta di ratificare immediatamente la Convenzione, è un’ottima notizia. Ora lavoriamo per realizzare questo risultato: già la prossima settimana, in occasione dell’insediamento della Commissione Esteri, chiederemo l’immediata calendarizzazione della ratifica, con l’obiettivo di portarla al voto dell’Aula entro maggio.”
È quanto dichiara Federica Mogherini, deputata PD, prima firmataria della proposta di legge di ratifica della Convenzione di Istanbul.

 

 

Anche Rosa Villecco Calipari, deputata del Partito democratico, ritiene urgente la ratifica della Convenzione di Istanbul: “L’Italia è nel pieno di una vera e propria emergenza silenziosa. Il dilagare della violenza contro le donne per l’ennesima volta ha portato, nelle sole ultime 24 ore, alla barbara uccisione di Ilaria Leone giovane diciannovenne di Donoratico della provincia di Livorno e alla feroce uccisione con numerose coltellate di una giovane trentenne a Dragona nella provincia di Roma. Vorrei esprimere tutta la mia solidarietà alle famiglie e a tutte quelle donne che quotidianamente vivono nella paura e nell’angoscia di subire violenze e nella consapevolezza che non sempre lo Stato le possa pienamente garantire e proteggere”.

“La politica ha l’obbligo di dare delle risposte – prosegue Calipari -. Accolgo con grande favore le belle parole d’impegno, più volte espresse, della Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, ma occorre agire tempestivamente. Occorre lavorare sin da subito in Parlamento con la ratifica della Convenzione di Istanbul contro la violenza sulle donne. Ma occorre anche ritrovare una stretta sinergia fra il Governo, la nuova ministra per le Pari Opportunità Josefa Idem, il Parlamento e la società civile in modo da costruire un quadro legislativo e di politiche certo ed efficace. Solamente in questo modo – conclude Calipari – sarà possibile combattere questa drammatica emergenza che da troppi anni sembra totalmente ignorata e sottovalutata”.

Argomenti: